OBBLIGAZIONI E CONTRATTI

La vendita di cosa altrui e la coincidenza tra venditore e proprietario “mortis causa”

27 Novembre 2019

Sommario

Traccia | Fattispecie | Giurisprudenza | Svolgimento | Conclusioni |

Tizia e il figlio Mevio sono comproprietari di un appezzamento di terreno agricolo sito in Gamma. All’insaputa di Mevio, in data 21 aprile 2009, mediante scrittura privata, la donna, intenzionata a lasciare la città per recarsi all’estero, cede a Caio l’immobile suddetto verso il corrispettivo di euro 80.000,00.